Torno a dedicare attenzione al sito Web di BitRadio, a oltre 10 anni dalla fondazione dell’azienda e nella consapevolezza che esso non sarà tanto una statica e autoreferenziale vetrina di servizi, quanto uno strumento per condividere esperienze con gli operatori della Radio, dei media, della comunicazione e del commercio elettronico.

Con l’apertura ai giovani che si avvicinano per la prima volta a questi temi e mettendomi io stesso in “ascolto” dei giovani e dei colleghi, perché sono coninto che c’è sempre qualcosa da imparare e tutto quel che impariamo lo possiamo rimettere in circolo con benefici per la Radio e i mezzi di comunicazione, chi ci lavora e chi ne fruisce come ascoltatore e come inserzionista pubblicitario.

BitRadio è per me un nome carico di significato: l’avevo scelto immaginando che la Radio si sarebbe estesa, fuori dalla diffusione FM, su piattaforme digitali – IP, in particolare – per distribuire così i suoi contenuti, opportunamente formattati. Non potevo immaginare, nel 2003, che sarebbero nati i social network, ma era facile intuire come la relazione ascoltatore-emittente, fino a quel momento realizzata via telefono, SMS o per alcuni “innovatori” via e-mail, si sarebbe spostata anch’essa sui nuovi canali digitali. La Radio, in fondo, è da sempre un “social network”…

Non nascondo che, un po’ ingenuamente e con un po’ di “megalomania”, immaginavo come la “BitRadio” sarebbe stata, in futuro, una sorta di Radio dematerializzata e disponibile su quei telefonini che nel piano d’impresa avevo definito “terminali mobili IP sempre connessi mediante Internet”.

L’altro filone di attività che sin dagli anni ’90 avevo intrapreso con entusiasmo è quello dell’insegnamento o, meglio, della formazione professionale. Ho iniziato con la computergrafica e poi, quando la Radio è diventata materia di studio dentro i corsi istituzionali, ho accettato volentieri gli inviti a realizzare dei cicli di lezioni in cui mettere a disposizione le mie esperienze dirette nel settore. Più che impartire insegnamenti, cerco di arricchire con un punto di vista pratico le lezioni teoriche tenute dai colleghi che hanno davvero i titoli per essere chiamati professori.

Ho continuato ad incontrare ogni anno i nuovi allievi del Master in Comunicazione Musicale dell’Università Cattolica di Milano e quelli di altri corsi, di diverso livello, legati alla Radio o al marketing e alla comunicazione in diverse città d’Italia.

Ho sempre cercato tutte le occasioni per confrontarmi con gli operatori di altri Paesi, compresa l’esperienza del 2000 al NAB Radio Show di San Francisco e alcuni lavori in Europa negli anni più recenti.

Ho trovato un equilibrio tenendo un piede “in provincia” e uno fuori. Amo lavorare con molta concretezza anche nelle città minori, dove è possibile sperimentare e realizzare i progetti con poche risorse, misurandone immediatamente i risultati. Ho sempre apprezzato le collaborazioni con imprese nazionali e internazionali, tra cui cito volentieri quella pluriennale con NewBay Media (editore di Broadcast&Production) e quella, una-tantum, con una ditta finlandese di software il cui livello di innovazione, se ci limitiamo al concetto su cui si basava, era davvero avanti di molti anni (paradossalmente, in Italia lo si comprende solo oggi… ve ne parlerò)!

Ho pensato quindi di aprire questo spazio dinamico nel sito di BitRadio, chiamandolo “Radio Campus” come il marchio che depositai quando iniziai a occuparmi delle Radio universitarie, per pubblicare spunti e racconti di esperienze nel settore della Radio.

Senza premura e solo quando gli argomenti meriteranno tempo e attenzione. Dando la parola ai colleghi e agli editori tradizionali e dei mezzi innovativi Italiani e esteri. Convinto che la condivisione delle esperienze costruttive sia un buon modo per portare benefici al comparto della Radio e delle sue estensioni digitali, amibente che frequento con piacere e passione.

Radio Campus – BitRadio è anche:

… dove gli articoli vengono rilanciati e possono essere commentati dai professionisti e da un selezionato numero di persone interessate.

Avete un’esperienza di Radio innovativa e che ha portato benefici concreti o risultati misurabili? Raccontatela con un’e-mail a piero.rigolone@bitradio.it, potremmo condividerla qui, nel “Radio Campus” di BitRadio.

Continuando ad utilizzare questo sito, accetti l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookies, piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer. In generale, i cookies vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per funzioni come i “carrelli della spesa” online e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti. I cookies eventualmente installati nel computer dell’utente che utilizza questo sito sono cookies di terze parti, come Google Analytics e sistemi che permettono condivisione di contenuti sui social network e simili. Potete scegliere di disabilitare i cookies su questo e su altri siti. Il modo più efficace per farlo è disabilitare i cookies nel browser. A tal proposito, suggeriamo di consultare la Guida del vostro browser.

Chiudi